facebook  twitter  instagram hiphoprec  google +  vimeo  YouTube  rss

Menu

Gran mix della settimana: quello che vi siete persi e qualcosa di appena uscito

PostMalone

Come ogni settimana la scena americana regala soddisfazioni e singoli come se piovessero e, per non farci mancare nulla, anche questa volta sono fuori delle cose nuove di Post Malone, Quavo, Gucci Mane e XXXtentacion.

Post Malone, dopo alcuni mesi in cui si era concentrato soprattutto sulla promozione e il tour del suo primo disco da solista “Stoney”, torna su piazza con il singolo “Rockstar” feat. 21 Savage. Una combinazione decisamente interessante, che mischia una parte più strumentale e cantata con una più rappata, il tutto velato da un dito di oscurità, un sound molto scuro e tetro che guarda più al lato più rock e folle del successo.

Quavo sto incominciando a detestarlo e ad amarlo contemporaneamente, ogni settimana esce con qualcosa di nuovo, una strofa, un singolo, un featuring, probabilmente registra anche mentre dorme. Comunque in settimana, in attesa di “Culture 2” ha fatto uscire un nuovo singolo in collaborazione con il producer Zaythoven, “Stars in the ceiling” un brano tutto piano e melodia con dei break cantati dallo stesso rapper di Atlanta, che dimostra ancora una volta la sua versatilità e contemporanea coerenza, con uno stile riconoscibile.

Per Gucci Mane vale lo stesso discorso di Quavo, scrive anche mentre dorme e fa uscire una strofa a settimana, è impossibile stargli dietro e a breve tra l’altro dovrebbe uscire l’ennesimo progetto di questo 2017. In ogni caso, ha fatto uscire il secondo estratto di questo nuovo progetto che si chiama “Mr. Davis”, il singolo “Curve” vede la collaborazione dello starboy canadese The Weeknd, che si appropria della prima metà della canzone con il suo r'n'b, dolce e fluttuante. 

Per chiudere, è uscito il primo video ufficiale di XXXtentacion, un clip di circa 5 minuti in cui si vedono tutti i caratteri che hanno reso celebre questo ragazzino classe 1998. Il video di “Look at me!” è controverso, polemico e violento, tuttavia è brillante perché riesce a mischiare tutti i temi cari all’artista, condensandoli in pochi minuti. Vediamo il suo approccio alla musica con due modi diversi di rappare (la seconda strofa è un’altra canzone che si chiama “Riot”), la visione distorta della realtà e il suo feticismo verso la morte. Nota di merito, dopo l’uscita del video è stato minacciato di morte dal KKK e dai suprematisti bianchi...

 

 

Marco Bianchessi
Author: Marco Bianchessi
"Born sinner the opposite of a winner "(Biggie).

tu cosa ne pensi?

notizie che potrebbero interessarti

Log In

Log in with Facebook

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?