facebook  twitter  instagram hiphoprec  google +  vimeo  YouTube  rss

Menu
  • Categoria: Rap Americano
  • Scritto da Gabriele

Jay Z si unisce alle proteste afroamericane, ecco Spiritual

JayZ

Che Jay Z stia tornando prepotentemente al centro della scena è ormai sotto gli occhi di tutti. Dopo le grandi strofe in "Drug Dealers Anonymous" di Pusha T, "All The Way Up Remix" di Fat Joe e Remy Ma e in "I Got The Keys" di Dj Khaled, il rapper è da poco anche tornato ad apparire in video proprio nell'ultimo singolo di Khaled. Anche se al momento abbiamo in mano rumors e niente più, è innegabile che questo sembri molto l'inizio di un percorso che porterà il rapper alla pubblicazione di un nuovo e attesissimo album.

Ma nel frattempo il magnate del rap sembra aver decisamente altro per la testa, perchè se una parte del suo pubblico sembra esser disperatamente in attesa di un suo nuovo album, un'altra ben più ampia, è costretta a soffrire per l'ennesima uccisione ingiustificata di un ragazzo afroamericano da parte della polizia.

Per quelli che non lo sapessero infatti, a Falcon Heights in Minnesota, il giovane Philando Castile, in auto con la fidanzata e il suo bambino è stato ucciso mentre era in procinto di porgere all'agente il proprio portafoglio per mostrare la sua carta di identità e il suo porto d'armi regolare. Il fatto è diventato virale dopo che la fidanzata ha diffuso sul web un video del fidanzato sanguinante e moribondo in macchina. Inutile dire che le voci di protesta si siano sollevate in maniera esponenziale in tutti gli Stati Uniti, e anche Jay Z dal suo canto ha voluto donare il suo sostegno con un nuovo brano intitolato "Spiritual", uscito oggi in esclusiva Tidal e che lo stesso rapper ha spiegato così:

Ascolta qui sotto "Spiritual".

 

 

Gabriele
Author: Gabriele
"This is my canvas, I’ma paint it how i want it baby” (J. Cole).

tu cosa ne pensi?

Log In

Log in with Facebook

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?