facebook  twitter  instagram hiphoprec  google +  vimeo  YouTube  rss

Menu

Bassi Maestro - Mia Maestà (recensione)

Bassi_Maestro_Mia_Maesta

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Mia maestà”, questo è il titolo del nuovo (e sedicesimo) album del pluristellato Bassi Maestro. Sono presenti ben 19 tracce, tra cui 4 skit, che come lui stesso consiglia andrebbero ascoltate non in riproduzione casuale per intenderci, ma seguendo un filo invisibile che ci permette di assaporarlo come non facevamo da tempo con un disco di Bassi.

Perchè ho visto cose che voi umani no, ho vissuto sotto la regia di Ridley Scott

Gli anni di digiuno si sentono e il microfono viene decisamente mangiato traccia dopo traccia, in una vera e propria fatica completa sotto ogni punto di vista e ricca di collaborazioni illustri (Fabri Fibra, Nitro, Gemitaiz, Vegas Jones e CDB insieme ad altri ancora). Si può seguire un’alternanza tra lo stile classico che è da sempre stato il marchio di fabbrica dell’artista ed esperimenti musicali che nonostante i “40 anni suonati” (cit.) non mancano mai. Le basi sono tutte cotte a puntino in questo melting pot di sonorità e le tematiche toccate sono molto ampie, come già i singoli avevano anticipato (“$$$” e “Metà rapper metà uomo”). L’autocritica è un altro tema da non sottovalutare e molto di rado presente a questo livello - “Mi spiace per le mosse semi-commerciali, ho calcolato male i miei piani” - confermando ancora una volta, se ce ne fosse bisogno, la maturità del rapper di Milano, città alla quale viene dedicata anche un traccia.

Una frecciatina viene mandata anche ai social network con un paio di skit e l’album, esattamente come "Stanno tutti bene" con “V come...”, si chiude con un traccia dedicata alla figlia, presente sempre di più nei testi a porre l’accento sulla distinzione netta tra un ragazzo e un padre di famiglia.

Per tutti gli amanti di Cockdini questo album è assolutamente una chicca da non perdere e che vale la pena ascoltare e riascoltare in ogni singola traccia per ammirare tutte quei dettagli che pochissimi sanno creare e mascherare così nei propri lavori.

 

Marco
Author: Marco
"Capisci che il rap è come una preghiera, non conta quanto urli ma conta quanto è vera" (Mistaman).

Bassi Maestro - Mia Maestà (recensione) - 5.0 su 5 basato su 8 reviews

tu cosa ne pensi?

notizie che potrebbero interessarti

Log In

Log in with Facebook

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?